31/08/12

NOITE DA SALVAÇÃO (I veri cristiani continuano ad essere perseguitati.)



I veri cristiani continuano ad essere perseguitati.

- Se il mondo vi odia, sapete bene che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe quel ch’è suo; ma perché non siete del mondo, ma io v’ho scelti di mezzo al mondo, perciò vi odia il mondo. (Giovanni 15.18-19 )

 - If the world hates you, keep in mind that it hated me first. 19 If you belonged to the world, it would love you as its own. As it is, you do not belong to the world, but I have chosen you out of the world. That is why the world hates you. ( John 15.18- 19)

- le monde vous hait, sachez qu`il m`a haï avant vous.
Si vous étiez du monde, le monde aimerait ce qui est à lui; mais parce que vous n`êtes pas du monde, et que je vous ai choisis du milieu du monde, à cause de cela le monde vous hait. (Jean.15.18- 19)

O QUE IA DAR ERRADO PASSA A DAR CERTO PARA O FIEL: BP SIDNEY 29/08/12

PALAVRA AMIGA DO BISPO MACEDO 30-08-12 (IURD TV)

Santo Culto: Domingo 26/08/12

OS DOIS TEMPLOS: BISPO SÉRGIO CORREA MATO GROSSO DO SUL

Simplemente una Palabra: Escogida por Dios.

Simplemente una Palabra: Escogida por Dios.:


Escogida por Dios.

Cuando uno es escogido para realizar determinada actividad es porque, se observo su desempeño en ella. Si nos llaman para cantar, es porque oyeron una afinación en nuestra voz, cuando nos llaman para escribir tal o cual cosa es porque vieron que hay cierta actitud en nuestra forma de expresarnos en cada línea.

Así mismo sucede cuando Dios nos llama, para servirlo, el vio y ve que nuestra dedicación es diferente de la de los demás, el observa que nuestra intención es solo “por amor” a sus cosas, por respeto, por admiración y por adoración. Si el nos llamo del medio de la multitud, es por algún motivo, el tiene un plan para cada persona, Él hablo así en su palabra:

“Pero tú, Israel, siervo mío eres; tú Jacob, a quien escogí, descendencia de Abraham, mi amigo. Porque te tomé de los confines de la tierra, de tierras lejanas te llame y te dije: Mi siervo eres tú; te escogí y no te deseché. No temas, porque  yo estoy  contigo; no desmayes, porque yo soy tu Dios que te esfuerzo; siempre te ayudaré, siempre te sustentaré con la diestra  de mi justicia.”

Isaías 41:8-10

Cuando uno es exclusivamente elegido por Dios, nada debemos temer, porque él es nuestro sustento en las tribulaciones, es más si sigues leyendo encontraras que Dios promete muchas más cosas, protección ante todo, y un sostén que nadie podrá solo Él.

Amigas un pequeño consejito:
*Busca hacerte escogida, no esperes, demuéstrale a Dios, cual es tu espíritu, que dentro tuyo hay una verdadera Mujer/Hombre que esta dispuesto/a a servirlo eternamente y con todas sus fuerzas, todos los días de su vida.

Dios los Bendiga Abundantemente.

19° Giorno del Digiuno di Daniele.



19° Giorno del Digiuno di Daniele.

- In verità, in verità ti dico che se uno non è nato d'acqua e di Spirito, non può entrare nel regno di Dio. (Giovanni 3. 5).

- Verily, verily, I say unto thee, Except a man be born of water and of the Spirit, he cannot enter into the kingdom of God. (John 3. 5).


- En vérité, en vérité je te dis, que si un homme ne naît d’eau et d’esprit, il ne peut entrer dans le royaume de Dieu. (Jean 3. 5)

- Em verdade, em verdade te digo que, se alguém não nascer de novo, não pode ver o reino de Deus. (João 3. 5)

30/08/12

È facile...


Mères Qui Prient: POUR DIEU TOUT EST POSSIBLE!!! CROYEZ...

POUR DIEU TOUT EST POSSIBLE!!! CROYEZ...

Je suis arrivée au Centre D'Accueil Universel encore jeune, tout de suite j'ai joint le Force Jeune qui à l'époque avait un autre nom «La Jeunesse»
Je me souviens qu' on avait eu un Responsable à «La Jeunesse» qui nous a appris à prier pour notre future famille (mari, enfants,...). Alors même avant de connaître le père de mon fils je priais déjà pour lui. Notre fils est né le 24 Octobre 1994, 4 ans après mon mariage.
Ce là a était le moment le plus marquant de tout ma vie, je n’oublierai jamais ses pleures au moment de l’accouchement, quel joie!! Avoir un enfant à moi quel cadeau merveilleux que Dieu m'a donné!
J'ai élevé mon fils dans la présence de Dieu, il allait toujours à l'église avec moi et j'ai toujours prié pour lui.
Jusqu'à l'âge de 11ans il était un enfant en très bonne santé, il a commencé à se plaindre des douleurs à niveau de ses jambes ensuite à la bouche... Et ses douleurs se sont propagés dans tout son corps et en plus pour empirer la situation une fièvre qui ne partait pas.


Dû a ces symptômes, le médecin nous a conseillé l'hospitalisation afin qu'il puisse étudier son dossier. Le diagnostic est tombé: Lymphome de Burkitt (un genre de cancer dans le sang).
Ni même dans mes pires cauchemars j'ai pu penser un jour recevoir une nouvelle comme celle-ci. Mais une chose je vous assurez, je n'ai jamais douté, ni même questionné à Dieu car je savais que toutes les prières que j'avais fait avant que mon fils vienne au monde elles non pas étaient pour rien, j'ai cru que Dieu allé l’en sortir de cette situation.

Je priais déjà mais à partir de ce moment là j'ai commencé à prier plus avec plus de foi et détermination, je savais que Dieu pouvais l'amener (il pouvait mourir) au moment qu'il le souhaitait, mais je ne pouvais pas accepter qui soit de cette façon malade dans la souffrance.

Ce cancer double de taille à chaque 24h, il est rentré à l'hôpital pour voir le pourquoi de la fièvre et des douleurs mais il s’empire de jour en jour, les crises de douleurs étaient de mal en pire à chaque jour, il a eu un jour où la crise de douleur était tellement forte, même infirmière est restée là a pleuré avec nous, il crié désespérément.
En une semaine il a arrêté de manger, tout ce qu'il essayait d'avaler il vomissait, il n’arrivait plus à faire ses besoins, il a commencé à enflé, il a arrêté de penser, il a commencé à porter des couches et il est resté à l'hôpital.

On a fait une tomographie de son corps et où a était constaté que le cancer était propagé presque tout son corps était déjà atteint ( j'ai gardé cette tomographie) . De que j'ai eu ce diagnostic j'ai commencé à clamer et a déterminé la guérison et Dieu m'a écouté.
Le traitement devait durer de 1ans à 2 ans selon les avis des médecins mais il a duré que 5 mois.


Au bout du 2 mois quand il a était faire la deuxième tomographie (je l'ai aussi) la guérison. Aujourd'hui il a 17 ans, il est en très bonne santé, un jeune normal sans aucune séquelle, il est dans l'université génie civil, il est ouvrier de Dieu, aujourd'hui il glorifie le nom de notre Dieu et il raconte son témoignage pour les autres jeunes.
Avec cette lutte il a pu voir une chose: Quelqu'un qui a pu vaincre le cancer, il peut aussi vaincre n'importe quel obstacle, il n'a pas des impossibles.
Il est un jeune très déterminé quand il veut quelque chose il place Dieu devant et pars pour vaincre peut importe.

Je continue à prier pour mon fils et je suis sûre et certaine que Dieu prendra soin de lui jour après jour.

Mme Gilmara




La notte della differenza - mercoledì - 29/08/2012 Vescovo Macedo

Isis Regina Águas Cristalinas

Testo: Ultima ora. - Qual è il destino che avrà la tua anima?


"- Prima che il cordone d’argento si stacchi, il vaso d’oro si spezzi, la brocca si rompa sulla fonte, la ruota infranta cada nel pozzo; prima che la polvere torni alla terra com’era prima, e lo spirito torni a Dio che l’ha dato. ( Ecclesiaste 12 6, 7)

Testo: Ultima ora.

Alla fine di questa vita, quando la morte accanto arriverà, che destino avrá la tua anima?
Qual sarà nel futuro la tua casa?
Il mio amico, oggi tu hai la scelta, vita o morte, quale tu accetterà?
domani potrebbe essere troppo tardi, oggi Cristo ti vuole liberare.
Tu cerchi la pace in questo mondo nei piaceri che passano invano.
Ma, nell'ultima ora della vita, loro non ti soddisfano più..
per caso, tu avevi riso, ó amico, quando avete sentito parlare di Gesù?
Ma, solo Gesù può dare la salvezza, attraverso la morte sulla croce.
tu hai macchiato la tua anima, e tu non può contemplare il volto di Dio.
I credenti di cuori puliti, loro potranno avere la gioia nel cielo.
Se tu decidi di lasciare i tuoi peccati e dare la tua vita a Gesù,
tu percorrerai, sì, nell'ultima ora, un  cammino brillante, e di luce.

Per riflettere un pò:
E quando arrivare la tua ora?
Qual è il destino che avrà la tua anima?

LEONOR - ELE VOLTARA

Tempio dello Spirito Santo. (Leonor)

Espirito Santo Leonor

18° Giorno del Digiuno di Daniele.



18° Giorno del Digiuno di Daniele.

- Tutti quelli che sono condotti dallo Spirito di Dio sono figli di Dio. (Romani 8.14)

- Those Who are Led By the Spirit of God are Sons of God . (Romans 8.14)

- Todos los que son conducidos por el Espíritu de Dios son hijos de Dios. (Romanos 8. 14)

- Todos os que são guiados pelo Espírito de Deus, esses são filhos de Deus. (Romanos 8:14)

29/08/12

Suicide on my mind



Don't let life's burden overtake you.

This Good Friday—
Trade in your cross

1.888.691.2291
www.succeedinlife.org

Recunoaste clip

When you least expect it...


Night of Salvation every Wednesday at 7pm.

testimonianza.

IURDTV.com - 29/08/2012 08:00

17° Giorno del Digiuno di Daniele.



17° Giorno del Digiuno di Daniele.

Ma se è per l'aiuto dello Spirito di Dio che io caccio i demoni, è dunque pervenuto fino a voi il regno di Dio. (Matteo 12. 28)

- But if I by the Spirit of God send out evil spirits, then is the kingdom of God come on you. (Matthew 12. 28)

- Mais, si c'est par l'Esprit de Dieu que je chasse les démons, le royaume de Dieu est donc venu vers vous.  (Matthieu 12. 28)

-  Pero si yo expulso los demonios por el Espíritu de Dios, entonces el reino de Dios ha llegado a vosotros. (Mateo 12. 28)

- Mas, se é pelo Espírito de Deus que eu expulso os demônios, logo é chegado a vós o reino de Deus. (Mateus 12. 28)

28/08/12

Testimonianza.

Studio sulla decima (Malachia)

Studio sulla decima (Malachia)

Studio sulla decima (Malachia)

16° Giorno del Digiuno di Daniele.



16° Giorno del Digiuno di Daniele.

- Adoperatevi non per il cibo che perisce, ma per il cibo che dura in vita eterna, che il Figlio dell'uomo vi darà... (Giovanni 6:27)

- Labour not for the meat which perisheth, but for that meat which endureth unto everlasting life, which the Son of man shall give unto you. (John 6. 27)

- Trabajad no por la comida que perece, sino por la comida que a vida eterna permanece, la cual el Hijo del hombre os dará... (Juan 6:27)

- Travaillez, non pour la nourriture qui périt, mais pour celle qui subsiste pour la vie éternelle que le Fils de l'homme vous donnera ... (Jean 6. 27)

- Trabalhai, não pela comida que perece, mas pela comida que permanece para a vida eterna, a qual o Filho do homem vos dará... (João 6. 27)



COMO TER PAZ? - BISPO ROMUALDO PANCEIRO

27/08/12

Domatore di me stesso -Collaborazione: Vescovo Màrcio Carotti


Aveva già tutte le rughe del tempo, quando lo incontrai per la prima volta. Si lamentava del fatto che aveva molto da fare. Gli chiesi come fosse possibile che avesse così tanto lavoro, nella sua solitudine…

 Ed egli spiegò: "Devo domare due falconi, allenare due aquile, tenere quieti due conigli, vigilare su un serpente, caricare un asino e sottomettere un leone".

-Non vedo nessun animale vicino a dove lei vive. Dove stanno?

Egli spiegò:

-Questi animali li abbiamo dentro di noi.

- I due falconi, si lanciano sopra tutto ciò che gli si presenta, buono e cattivo.
Devo allenarli prché si lancino solo sopra le buone prede...
Sono i miei occhi.

-Le due aquile con i loro artigli feriscono e distruggono.
Devo allenarle perché si mettano solamente al servizio e aiutino senza ferire...
Sono le mie mani.

-E i conigli vanno dovunque gli piaccia, tendono a fuggire gli altri e schivare le situazioni difficili.
Gli devo insegnare a stare quieti anche quando c'è una sofferenza, un problema o qualsiasi cosa che non mi piaccia...
Sono i miei piedi.

-La cosa più difficile è sorvegliare il serpente anche se si trova rinchiuso in una gabbia con 32 sbarre.  È sempre pronto a mordere e avvelenare quelli che gli stanno intorno appena si apre la gabbia, se non lo vigilo da vicino, fa danno...
È la mia lingua.

-L'asino è molto ostinato, non vuole fare il suo dovere.
Pretende di stare a riposare e non vuole portare il suo carico di ogni giorno...
È il mio corpo.

-Finalmente ho necessità di domare il leone, vuole essere il re, vuole essere sempre il primo,  è vanitoso e orgoglioso...
Questo è  il mio cuore".

Collaborazione: Vescovo Màrcio Carotti

26/08/12

15° Giorno del Digiuno di Daniele.



15° Giorno del Digiuno di Daniele.

- Lo spirito dell'Eterno riposerà su lui: spirito di sapienza e d'intelligenza,  Spirito di consiglio e di potenza, Spirito di conoscenza e di timore del SIGNORE. (Isaia 11. 2)

- The Spirit of the LORD will rest on Him,  The spirit of wisdom and understanding, The spirit of counsel and strength, The spirit of knowledge and the fear of the LORD. (  Isaiah 11. 2 )

- Y reposará sobre El el Espíritu del SEÑOR, espíritu de sabiduría y de inteligencia, espíritu de consejo y de poder, espíritu de conocimiento y de temor del SEÑOR. (Isaías 11. 2)

-E repousará sobre ele o Espírito do SENHOR, o espírito de sabedoria e de entendimento, o espírito de conselho e de fortaleza, o espírito de conhecimento e de temor do SENHOR.  (Isaías 11. 2)

Testimonianza Damien Jackson - IURD



Testimonianza Damien Jackson - IURD
Testimony Damien Jackson - UCKG

1° parte 26/08/2012 - 0900 AM.

2° parte - 26/08/2012 10:00

IURDTV.com - 26/08/2012 06:00

14° Giorno del Digiuno di Daniele.




14° Giorno del Digiuno di Daniele.

- Padre santo, conservali nel tuo nome, quelli che tu mi hai dato, affinché siano uno come noi. (Gv 17. 11)

- Holy Father, keep through thine own name those whom thou hast given me, that they may be one, as we are.  (John 17. 11)

- Père saint, garde en ton nom ceux que tu m'as donnés, afin qu'ils soient un comme nous. (Jean 17. 11)

- Pai santo, guarda-os no teu nome, o qual me deste, para que eles sejam um, assim como nós. (João 17. 11)

Mes de la Santificación: Día 26

25/08/12

LA FINESTRA



La finestra

Una coppia, appena sposata, si è trasferita in un quartiere molto tranquillo.
Durante la prima mattina trascorsa in casa, bevendo il caffè, la moglie dalla finestra della cucina,
notò che la vicina commentò a suo marito mentre stendeva i panni: Che lenzuola sporche
che stanno stendendo questi nuovi vicini!
Hanno bisogno di un sapone migliore. Se avessi più confidenza chiederei loro se vogliono che gli insegni a lavare i panni. Il marito osservò in silenzio.
Tre giorni dopo,sempre durante la colazione, la vicina stava stendendo ancora una volta i panni e di nuovo disse a suo marito: La nostra vicina continua a stendere lenzuola sporche!
Se avessi più confidenza le chiederei se ha bisogno che io le insegni a lavare i panni!
E così,ogni tre giorni,questa signora ripeteva lo stesso e identico discorso ogni volta che la vicina si affacciava a stender panni.
Passato un mese la signora si meravigliò vedendo stese le lenzuola della sua nuova vicina inaspettatamente bianche e tutta eccitata corre dal marito dicendogli: Guarda!
Finalmente ha imparato a lavare i panni come si deve! 
È possibile che l'altra vicina di casa le abbia prestato il sapone?
Perché io non ho fatto nulla.
Il marito in maniera molto calma le rispose: No, oggi mi sono svegliato prima ed ho lavato i vetri della nostra finestra!
Tutto dipende dalla finestra,attraverso la quale osserviamo i fatti.
Prima di criticare, dobbiamo verificare se stiamo facendo qualcosa per contribuire; pensiamo prima ai nostri difetti e limiti. Dobbiamo guardare, prima di tutto, la nostra propria casa, o meglio, dentro noi stessi. Pulire i nostri vetri prima di criticare la vita altrui.
E tu?
Hai già pulito la tua finestra?

.

IURDTV.com - 25/08/2012 12:00

IURDTV.com 25/08/2012 04:30

IURDTV.com 25/08/2012 07:00

13° Giorno del Digiuno di Daniele.



13° Giorno del Digiuno di Daniele.

"Tre ancora sono quelli che rendono testimonianza sulla terra: : il Padre, la Parola e lo Spirito Santo; e questi tre sono uno." (1 giovanni 5:7).

"For there are three that bear record in heaven, the Father, the Word, and the Holy Ghost, and these three are one." (1 John 5:7. )

“Pois há três que dão testemunho no céu: o Pai, a Palavra e o Espírito Santo; e estes três são um.” (I João 5.7)

.

Altri video di CentruldeAjutor

12º DIA DO JEJUM DE DANIEL (BISPO MACEDO)

24/08/12

OS 04 TIPOS DE PESSOAS - NOITE DA SALVAÇÃO

Lilianne IVRY Reconnaissez

IURDTV.com 24/08/2012 12:45

Templo de Salomao - Claudia Corona - IURD Itàlia

Month of Sanctification (playlist)

Dina ST DENIS Reconnaissez

Catarina ST DENIS Reconnaissez

12° Giorno del Digiuno di Daniele.



12° Giorno del Digiuno di Daniele.

Or la speranza non confonde, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato. (Romani 5. 5).

23/08/12

Bispo Jadson: Existe uma coisa pior

Mes de la Santificación:Día 23

11° Giorno del Digiuno di Daniele.




Perché quelli che sono stati una volta illuminati e hanno gustato il dono celeste e sono stati fatti partecipi dello Spirito Santo
e hanno gustato la buona parola di Dio e le potenze del mondo a venire,se cadono, è impossibile rinnovarli da capo a ravvedimento... (Ebrei 6. 4- 6)


10° Giorno del Digiuno di Daniele.




10° Giorno del Digiuno di Daniele.

O non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi?
(1 Corinzi 6. 19)

9° Giorno del Digiuno di Daniele.




 Se lo Spirito di Dio abita in voi, non siete piú nella carne ma nello Spirito. Ma se uno non ha lo Spirito di Cristo, non appartiene a lui.
(Romani 8.9)

8° Giorno del Digiuno di Daniele.



 poiché il regno di Dio non è mangiare e bere, ma giustizia, pace e gioia nello Spirito Santo.
(Romani 14:17)

Altri video di IURDRUS (playlist)

Non c'è piagnucolio...


Avere lo Spirito di Dio significa avere lo Stesso Spirito che aveva il Signore Gesù.
Se qualcuno desidera sapere se ha lo Spirito Santo oppure no, basta guardarsi nello Specchio del Vangelo, cioè, nella vita di Gesù e dei Suoi discepoli.
Ad esempio, nel Nuovo Testamento ,specialmente dopo la discesa dello Spirito Santo,  si trova qualche servo di Dio che reclama, si lamenta o piagnucola per la sua situazione, i suoi problemi personali, la sua vita sentimentale, familiare o economica?
Ne dubito!
Soltanto gli illusi o gli ingannati dagli spiriti ingannatori vivono lamentandosi della cattiva qualità di vita.
Il ricevimento dello Spirito Santo non significa avere immunità dai problemi.
Gesù avvisò: “Vi ho detto queste cose, affinché abbiate pace in me. Nel mondo avrete tribolazione; ma fatevi coraggio, io ho vinto il mondo.” (Giovanni 16.33)
Ciò vuol dire che, pur essendo nati e pieni dello Spirito Santo, Gesù e i Suoi veri discepoli, affrontarono enormi problemi … 
Ma loro li vinsero giorno dopo giorno.
Io non riesco a vedere nessuno di loro che mormora o che si lamenta con gli altri dei suoi problemi personali.
Il ricevimento dello Spirito Santo dà la condizione di vincere il mondo e non vivere in un  letto di rose.
Chi è sigillato con lo Spirito di Dio ha forza, potere, vigore spirituale per resistere alle tentazioni, sopportare le lotte della vita e restare saldi fino alla morte.
Lo Spirito di Dio non viene per darci il dono delle lingue, ma per darci la capacità di affrontare l’inferno,il mondo, i nemici della fede, i falsi fratelli, gli ipocriti, le ingiustizie, le persecuzioni e tutto il resto senza lamenti e piagnucolìi… E, continuare così saldi fino alla morte.

IURD



Церковь «Царство Божие» более 35 лет помогает людям решить проблемы: зависимостей, ссор, скандалов в семье, депрессии, одиночества, порчи, родового проклятия, сглаза, желания покончить собой, проблемами со здоровьем и т.д.
Наш сайт: iurd.ru
Наш адрес: ул. Годовикова д. 9, стр. 25
Телефон: (495) 724 29 43

Altri video di IURDRUS (playlist)

21 Aласcандра

17/08/12

IURD -EUROPA



 IURD -EUROPA

http://iurd.ru/

http://www.hilfszentrum.de/

http://www.centredaccueil.ch/

http://iurdangola.net/saotome/

http://www.centredaccueil.net/

http://ukgr.nl/

http://familiaunida.es/

http://jesus.com.lv/

http://lamaqueajuda.org/

Jerusalém de Ouro (legendado)

L'uomo nel burrone - iurditalia.org

Battesimo nel fiume Giordano - Iurd Italia

Mes de la Santificación:Día 17

IURD, UCKG AROUND THE WORLD

IURD Mexico - Haz El Milagro En Mi

Spirito Santo


”Se lo Spirito di Dio abita in voi, non siete più nella carne
ma nello Spirito. Ma se uno non ha lo Spirito di Cristo, non appartiene a lui”. (Romani 8. 9)

UNIVERSAL PERFUME - INGLES - PERFUME UNIVERSAL

UCKG Hong Kong

UCKG IRELAND

14/08/12

Informe sobre el Templo de Salomón

SANTO CULTO - MINAS GERAIS - 05/08/2012

5to Ayuno de Daniel - Sra. Irene Grillet

5to Ayuno de Daniel - Sra. Betty

5to Ayuno de Daniel - Fernando Peaspan

5to Ayuno de Daniel - Jennifer Quispe

Ayuno de Daniel

Dio ha un piano - Claudia Corona

Sauve avec puissance - Mighty to save

2° giorno del Digiuno di Daniele

The Chinese Bamboo

2° giorno del Digiuno di Daniele

“SENZA DI ME NON POTETE FARE NIENTE”



“Io sono la vite, voi siete i tralci. Colui che dimora in me, e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare niente”. (Giovanni 15:5)
L’essere umano ha la tendenza a fare le cose da solo, con l’intento di portare la gloria su sé stesso, per convincersi che ce la può fare e addirittura per attirare l’attenzione di chi gli sta intorno, ed è proprio in questa circostanza che la persona è presa dalla frustrazione, disanimo, e di conseguenza dalla sconfitta.
Purtroppo abbiamo visto molti di questi casi, non solo fuori dalla chiesa, ma anche dentro, proprio per la mancanza di questo RICONOSCERE che soltanto con DIO, una persona può tutto.
Dobbiamo sapere che da soli non ce la faremo, perché abbiamo limiti. L’uomo può anche fare molte cose, ma con DIO l’essere umano può tutto.
“Se puoi! Ogni cosa è possibile per chi crede”(Marco 9.23)
E chi è colui che crede?
Il verbo CREDERE, in greco, significa consegna totale: corpo, anima e spirito.
Significa sottomettersi al 100% agli insegnamenti cristiani biblici. Possiamo definirla una consegna incondizionata, appoggiata ad una obbedienza giornaliera.
Spirito: Questa obbedienza costante e permanente, si dona al Signore Gesù, sottomettendosi alla Sua disciplina.
Anima: Metti da parte i tuoi sentimenti, le tue emozioni, astieniti dalle manie, dalle debolezze, desideri, e non permettere che tutto questo ti domini, ma vivi appoggiandoti al 6° senso che è la certezza, la convinzione di ciò che si aspetta.
Corpo: La persona si distacca dalle cose materiali, denaro, beni in generale, che generano “sicurezza”.
La persona riconosce che solo DIO è perfetto, illimitato, riconosce che con LUI possiamo tutto, quindi chi RICONOSCE assume,si consegna.
“Ogni tralcio che in me non dà frutto,Lo toglie via …”(Giovanni 15:2)
Cosa sta essendo tagliato nella tua vita?
Spirituale: Pace interiore, autostima, animo, allegria, tranquillità, sicurezza, equilibrio emotivo, valore, ecc. …
Salute: Corpo sano, forze, star bene, sana alimentazione, animo per la vita, ecc. …
Sentimentale: Matrimonio realizzato, felicità, rispetto, fedeltà, considerazione, fidanzamento, persona accanto a te, ecc. …
Familiare: Unione, pace, fedeltà, allegria, considerazione, buon ambiente dentro casa, ecc. …
Economico: Indipendenza finanziaria, liberarti dai debiti, avere una buona nomina, aprire la tua ditta, il tuo negozio, conquistare i tuoi obbiettivi, ecc. …
Se riconosci che non sei una persona corretta, il padre che i tuoi figli avrebbero sperato di avere, la moglie che avresti dovuto essere o il cristiano che DIO aspetta che tu sia, prendi una decisione adesso e non permettere a te stesso di essere tagliato, riconosci in questo momento che senza di LUI tu non puoi fare niente.
Abbiamo un grande esempio nella Bibbia di questo riconoscimento che fu Zaccheo:
“Ma Zaccheo si alzò e disse al Signore: «Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri e, se ho defraudato qualcuno di qualcosa, gli restituirò quattro volte tanto». E Gesù gli disse: «Oggi la salvezza è entrata in questa casa, perché anche costui è figlio d’Abrahamo” (Luca 19:8,9)
Zaccheo era un uomo che davanti agli occhi degli altri, aveva una posizione sociale, anche se molti lo consideravano solo per questo; possedeva molti beni materiali, era in buona salute, aveva una famiglia (da quello che possiamo percepire), ma neanche con tutto ciò lui non era un uomo realizzato, anzi molto infelice; ma a partire dal momento in cui riconobbe, (la decisione venne da lui stesso), la realizzazione fu immediata nella sua vita (Oggi la salvezza è entrata in questa casa), vedi l’importanza del riconoscimento! Lui, ha ricevuto da Dio la salvezza, perche ha riconosciuto i suoi errori, e ha preso sul serio un’attitudine di cambiare il suo atteggiamento! Dobbiamo riconoscere che senza dello Spirito Santo non possiamo fari niente!

13/08/12

un homme tombe dans un trou

Agnus Dei en français

IURDTV.EU BELGIQUE

L'intelligenza _DIGIUNO DI DANIEL_ Vescovo MACEDO 12/08/12

Parola amica 13/08/2012 - Vescovo Macedo. IURD

Revelación de Dios - Palabra Amiga 06/08/2012

Os Sonhos de Deus são maiores que os meus - EXÉRCITO UNIVERSAL

1° giorno del Digiuno di Daniele

11/08/12

Gesù è morto per i miei peccati



Ringrazio Dio per come ha cambiato la mia vita, e posso testimoniare che l'amore di Dio ha cambiato il mio cuore e ha aperto i miei occhi. 
Gesù è morto per i miei peccati e grazie a Lui io posso veramente gridare "Sono libera!"
Con Gesù Cristo ho ottenuto la vittoria e posso andare avanti perché Lui vive in me e mi dà la forza di dire no ai peccati. Questa è la cosa meravigliosa che Gesù ha fatto nella mia vita, e voglio ringraziarLo tutti i giorni della mia vita!

Tempio di Salomone - Claudia Corona

10/08/12

21° giorno del digiuno di Daniele

Il prossimo lunedì 13 agosto la Chiesa Cristiana dello Spirito santo darà inizio ai 21 giorni del digiuno di Daniele.

09/08/12

LA DIFFERENZA TRA LA FEDE E LA CREDENZA



“Ora il tentatore, accostandosi, gli disse: «Se tu sei il Figlio di Dio, di’ che queste pietre diventino pane».
Ma egli, rispondendo, disse: «Sta scritto:…
Allora il diavolo lo trasportò nella santa città, lo pose sull’orlo del tempio e gli disse:
«Se sei il Figlio di Dio, gettati giù, perché sta scritto:
“Egli darà ordine ai suoi angeli riguardo a te; ed essi ti porteranno sulle loro mani, perché non urti col tuo piede in alcuna pietra”».
Gesù gli disse: «Sta anche scritto:…
Di nuovo il diavolo lo trasportò sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria, e gli disse:
«Io ti darò tutte queste cose se, prostrandoti a terra, mi adori».
 Allora Gesù gli disse:
«Vattene Satana, poiché sta scritto: “Adora il Signore Dio tuo e servi a lui solo…” Matteo 4.3-11
Infelicemente, molte sono le persone che conoscono e hanno usato la Parola di Dio, ma non riescono a vincere il male che imperversa e distrugge la loro vita. Ma perché questo succede, se il Signor Gesù ha vinto tramite la sua?
Qual è la differenza?
Quando Gesù fu portato dallo Spirito Santo al deserto, Lui doveva provare una cosa, e questa prova è stata nella pratica, perché la Fede deve essere così. Essa non può essere mentale, intellettuale o sociale, come una credenza del soggetto che frequenta una chiesa, ma vive nei vizi, nella prostituzione, nell’adulterio, come se fosse assolutamente normale. La nostra Fede è pratica e funziona solo quando la persona vive in accordo con ciò che è scritto. Non serve usare la Parola di Dio se non si sta vivendo in accordo con essa. Per questo abbiamo visto tante persone che hanno una vita sconfitta e distrutta.
Questa è la differenza tra la fede e la credenza.

(Vescovo Wagner Simoes)


“Non serve obbedire senza sfida, ne sfidare senza obbedire.”


“Non serve obbedire senza sfida, ne sfidare senza obbedire.”

Il primo senza il secondo, è sottomettersi in modo ceco e il secondo senza il primo è pura ribellione.
Per questo motivo, l’obbedienza non può esistere senza che si faccia accompagnare dalla sfida e nemmeno la sfida senza che si faccia accompagnare dall’atto di obbedire.
Se obbediamo soltanto, il più giusto è che continuiamo con la vita nello stesso modo in cui sta, poiché è la sfida che costituisce il primo passo per il cambiamento, ma, se sfidiamo solo, senza il minimo desiderio di obbedire, non dimostriamo l’umiltà necessaria, al contrario, ostentiamo una mancanza di riconoscimento, enorme, di chi è il nostro Dio.
L’atto di obbedire ci mostra che non siamo noi che operiamo il miracolo e l’atto di sfidare mostra a Dio che il nostro spirito è di fede e in nessun modo è addormentato.

Messaggio estratto dal Libro- “Dritto all’Obiettivo”, di Júlio César L. Freitas.

05/08/12

1 - ALEJANDRO CIAMPA

Nearer My God To Thee - André Rieu




Testo: Voglio essere più vicino a Te, mio Dio!

Anche che sia il dolore che mi unisce a Te,
Sempre supplicherò, io voglio essere più vicini,
Voglio essere più vicino a Te, mio Dio!

Camminando triste, qui in solitudine,
Pace e riposo, le tue braccia mi danno.
Nel buio io vado sognare, io voglio essere più vicini
Voglio essere più vicino a Te, mio Dio!

La mia anima canterà a Te, Signore!
E in bethel,  aumenterà  livello di amore,
Io sempre implorerò, io voglio essere più vicini,
Voglio essere più vicino a Te, mio Dio!

E quando Cristo, finalmente, venire a chiamarmi,
Nei cieli, con serafini, andrò a vivere,
Così mi rallegrerò, vicino a Te, mio Re,
vicino a Te, mio Re, Mio Dio di Te!

02/08/12

MATTEO 27.50



MATTEO 27.50 

E Gesù, avendo di nuovo gridato con gran voce, rese lo spirito. Neanche Dio e né il diavolo ha il potere di farti consegnare il tuo spirito, sei tu che decidi se consegnare il tuo spirito a Dio ed essere FORTE, REALIZZATO, PROSPERO, SANO, EQUILIBRATO o consegnarlo al diavolo ed essere oppresso dai vizi, dalle malattie, dalla depressione, dalla paura, dai traumi e dai complessi; cioè, la decisione non è né di Dio e neanche del diavolo, la decisione è tua.
La tua vita riflette in quali mani si trova il tuo spirito. Ed ecco, il velo del tempio si squarciò in due, da cima a fondo;quando consegni il tuo spirito a Dio, il “Velo” creato dalle religioni, dalle sofisticherie, dalle sette, dai religiosi, dai fanatici, tutto ciò che condanna, che accusa, rattrista, tutto quello che è imposto dal male che ti fa sentire a tuo agio davanti a Dio, non ti fa sentire degno, e che ti separa da Dio, questo Velo è strappato e avrai l’accesso diretto verso Dio la terra tremò e le rocce si spaccarono; gli ostacoli, che sono le pietre, che ti separano dalla realizzazione sentimentale, famigliare, fisica, professionale, universitaria, sono superate, queste rocce si spezzano, sono a pezzi e i tuoi cammini diventano liberi.
I sepolcri si aprirono e molti corpi dei santi, che dormivano, risuscitarono; e, usciti dai sepolcri dopo la risurrezione di Gesù, obiettivi che hai sepolto, perché non si sono realizzati, quando ti consegnerai a Dio, Lui trasformerà la tua vita; quello che era buono e che hai perso, lui te lo ridà e ricominci a credere nella realizzazione sentimentale, nell’unione famigliare, nella salute, nella vita economica e di successo.
Entrarono nella santa città e apparvero a molti. Tutti quelli che stanno fuori e dentro del Centro d’Aiuto riconosceranno la differenza che Dio ha fatto nella tua vita Ora il centurione e quelli che con lui facevano la guardia a Gesù, veduto il terremoto e le cose accadute, temettero grandemente e dissero: «Veramente costui era il Figlio di Dio!
Vedrai un terremoto nella tua vita e tutto il male, cadrà per terra, e ci sarà un riconoscimento da parte di tutti, incluso da quelli che ti perseguitavano e ti criticavano, loro vedranno realmente che Dio sta nella tua vita.

(Vescovo Wagner)
 http://iurditalia.org/

.

.