31/07/13

Scoperte archeologiche confermano la veridicità della bibbia!

Scoperte archeologiche confermano la veridicità della bibbia!

Egitto: ritrovati ruote e pezzi vari dei carri egiziani che attraversarono il Mar Rosso e furono sommersi nelle acque...

Recenti scoperte archeologiche confermano la veridicità della bibbia!

Alcuni esempi dei numerosi reperti archeologici che hanno confermato l'autenticità della narrazione e degli eventi della Sacra Bibbia.

Le prove sono così schiaccianti che il rinomato archeologo Nelson Glueck ha dichiarato: "Si può affermare categoricamente che nessuna scoperta archeologica abbia mai contraddetto i riferimenti biblici". Huston Smith, uno studioso, ha giustamente affermato che se i canoni rigorosi impiegati per verificare l'affidabilità storica della Bibbia fossero stati applicati anche agli studi classici, la nostra visione del mondo Greco-Romano oggi sarebbe in frantumi.

Relativamente all'Antico Testamento, l'evento biblico maggiormente documentato è quello del diluvio descritto nella Genesi. Il racconto del diluvio si trova in più di 500 miti, nelle diverse civiltà, in popoli lontani geograficamente e culturalmente.
Di particolare rilevanza sono i ritrovamenti Babilonesi, Sumeri, e Assiri. Molti di quelli Babilonesi ne parlano con dovizia di particolari; un esempio è l'undicesima tavoletta del poema epico su Gilgamesh, che descrive accuratamente gli eventi secondo lo schema biblico (si veda anche questo documento).

La scoperta dell'archivio di Ebla, nel nord della Siria, verso la fine degli anni 1970 ha dimostrato che il racconto biblico che riguarda i Patriarchi è attendibile. I documenti scritti su tavole di creta a partire dal 2300 a.C. circa confermano che diversi nomi di persone e di luoghi nella narrativa della Genesi sono autentici. Ad esempio, era in uso ad Ebla il nome "Canaan", che un tempo i critici dichiaravano non usato in quell'epoca e quindi adoperato a sproposito nei primi capitoli della Bibbia. Si affermava che la parola "tehom" ("l'abisso") in Genesi 1:2 fosse una parola tardiva e quindi una prova della tarda composizione del racconto della Creazione. Ma "tehom" faceva parte del vocabolario in uso ad Ebla, circa 800 anni prima del tempo di Mosè! I costumi antichi riflessi nelle narrative dei Patriarchi sono stati confermati anche da tavole di creta rinvenute a Nuzi e a Mari.

Le "cinque città della pianura", citate nella Bibbia, fra cui Sodoma e Gomorra (il cui nome attuale è Bab edh-Dhra e Numeira) e altre città della valle di Siddim, erano iscritte su una tavoletta dell'archivio del palazzo di Ebla addirittura nella stesso ordine di Genesi 14:2. "La distruzione catastrofica di Sodoma e Gomorra avvenne verosimilmente intorno al 1900 a.C." - scrive nel 1951 lo scienziato americano Jack Finegan. "Un minuzioso esame dei documenti letterari, geologici ed archeologici porta alla conclusione che la scomparsa terra di quella regione (Genesi 19:29) era situata nel territorio attualmente sommerso sotto le acque che vanno lentamente crescendo nella parte meridionale del Mar Morto, e che la causa della distruzione fu un grande terremoto, probabilmente accompagnato da esplosioni e da fulmini, dallo sprigionamento di gas e da fenomeni ignei". Intorno al 1900 a.C.: l'epoca di Abramo!

Inoltre, nel settembre del 1977 in un numero di "Scientific American" apparve un articolo delle scoperte fatte ad Ebla. Vi si legge: "La lista delle "cinque città della pianura", Sodoma, Gomorra, Adma, Tseboim e Bela (cfr. Genesi 14:2), è ripetuta in un testo di Ebla e i nomi appaiono nello stesso ordine". Due mesi dopo, in una conferenza, il prof. Noel Freedman, direttore dell'Istituto di Ricerca Archeologica di Gerusalemme W.F. Albright, confermò la notizia. Fu reso noto perfino il numero della tavoletta (n° 1860) che menziona le cinque città nello stesso ordine di Genesi cap. 14. Nelle tavolette era anche menzionato anche il re Birsha, lo stesso nome che il re di Gomorra aveva nel tempo di Abrahamo (Genesi 14:2). Si potrebbe dire molto di più su questa sensazionale scoperta che, via via che le tavolette sono lette dall'epigrafista, fornisce costantemente nuove rivelazioni (le tavolette ritrovate nelle rovine del palazzo di Ebla che nel 1975 erano circa 15.000, salirono poi a circa 20.000 durante gli scavi del 1976-77).

Gli Hittiti (o Ittiti, o Hittei) una volta si pensava fossero una leggenda biblica, fino a quando nel 1906 la loro capitale e i loro archivi furono scoperti a Bogazkoy in Turchia.
Ancora, molti pensavano che le descrizioni bibliche delle ricchezze di Salomone fossero fortemente esagerati. Ma i documenti recuperati da epoche remote mostrano che ai tempi antichi, la ricchezza era concentrata in mano ai re, e che la ricchezza di Salomone era perfettamente verosimile.
Una volta, si pretendeva che non fosse mai esistito un re assiro di nome Sargon, come riferito in Isaia 20:1, perché tale nome non era noto da nessun'altra fonte. Poi il palazzo di Sargon fu scoperto a Khorsabad nell'Iraq. Proprio lo stesso evento menzionato in Isaia cap. 20, cioè la sua conquista di Asdod (Ashdod), veniva ricordato sulle pareti del palazzo! Inoltre, frammenti di una stele che commemorava la vittoria furono rinvenuti ad Asdod stessa.

Gli scavi della biblica Sichem presentarono nel 1960 nuove prove a favore di una data per il regno del re Abimelec, il figlio del giudeo Gedeone. Quando si scavò il tempio di Baalberith a Sichem, menzionato in Giudici cap. 9, gli archeologi furono in grado di datare la distruzione di quel tempio da parte di Abimelec. Tale data era in accordo con quella del breve regno di tre anni di Abimelec a cui si era già arrivati esclusivamente sulla base dei dati cronologici trovati nella Bibbia.

Un altro re la cui esistenza era stato messo in dubbio era Baldassar (o Belshatsar), re di Babilonia, nominato in Daniele cap. 5. Secondo gli storiografi, l'ultimo re di Babilonia era stato Nabonide. Poi furono ritrovate delle tavole che mostravano che Baldassar fu il figlio di Nabonide e che regnò come suo co-reggente a Babilonia. Così, Baldassar poté offrire di costituire Daniele "terzo signore del regno" (Dan. 5:16), la posizione più elevata a disposizione, per essere riuscito a leggere il testo scritto sulla parete. Qui risalta la natura di "testimonianza oculare" del testo biblico, come tante volte viene messo in evidenza dalle scoperte archeologiche.

Coerenti con la narrazione biblica sono anche un antico elenco di re Sumeri (il prisma Weld-Blundell, composto da molti frammenti il primo dei quali fu scoperto nel 1906 a Nippur, in Iraq), e una tavoletta sumera che descrive la confusione risultante dall'evento della Torre di Babele, attribuendola al "dio della sapienza".

Nel secolo scorso scavi hanno portato alla luce i resti di una grande città. Lo storico W. Keller riepiloga così i risultati: "Nel 1899 la Società Orientale Tedesca inviò una grossa spedizione sotto la direzione del Professor Robert Koldewey, per esaminare i famosi resti di Babil. Gli scavi richiesero molto più tempo del previsto. Durante un periodo di 18 anni, fu portata alla luce la più famosa metropoli del mondo antico, il regno di Nabucodonosor, e al tempo stesso, una delle Sette Meraviglie del Mondo, i Giardini Pensili, e "E-temen-an-ki", la leggendaria Torre di Babele. Nel palazzo di Nabucodonosor e sul Cancello di Ishtar, che si trovava dietro di esso, furono scoperte innumerevoli iscrizioni" (W. Keller, The Bible as History, 1980, p. 302).

La cattività di Ioiachin, re di Giuda, in Babilonia (2 Re 24:15-16) è riportata in alcune tavolette in cuneiforme contenenti la cronaca dei primi anni di regno di Nabucodonosor. Esse si riferiscono alla presa di Gerusalemme, alla sua cattività e all'intronamento di Sedekia, l'ultimo re di Giuda, il 16/17 marzo del 697 a.C. (riferito al nostro calendario).

La dinastia del re Davide è confermata dalle iscrizioni in aramaico su una tavoletta commemorativa rinvenuta a Tel Dan (a nord di Israele), datata IX secolo a.C., probabilmente parte di un monumento ad Hazael, re di Aram. La tavoletta cita diversi eventi registrati nel primo libro dei Re.

La campagna del faraone Shishak contro Israele (1 Re 14:25-26) è riportata sulle mura del Tempio di Amun a Tebe, in Egitto.

La rivolta di Moab contro Israele (2 Re 1:1; 3:4-27) è descritta nell'iscrizione di Mesha.

La caduta di Samaria (2 Re 17:3-6, 24; 18:9-11) per mano di Sargon II, re d'Assiria, è descritta sulle mura del suo palazzo.

La sconfitta di Ashdod per mano di Sargon II (Isaia 20:1) è descritta sulle mura del suo palazzo.

La campagna del re assiro Sennacherib contro Giuda (2 Re cap. 18 e 19; 2 Cronache 32; Isaia 37) è riportata dal prisma Taylor, e nelle diverse stele biografiche di Tirhaka in Nubia.

L'assedio di Lachish da parte di Sennacherib (2 Re 18:14,17) è descritto nei bassorilievi di Lachish.

L'assassinio di Sennacherib per mano dei suoi stessi figli (2 Re 19:37) è descritto negli annali di suo figlio Esarhaddon.

La caduta di Ninive predetta dai profeti Nahum e Sofonia (2:13-15) è riportata sulla tavoletta di Nabopolasar.

La caduta di Gerusalemme per mano di Nabucodonosor, re di Babilonia (2 Re 24:10-14) è riportata nelle cronache Babilonesi.

La caduta di Babilonia sotto i Medi e i Persiani (Daniele 5:30-31) è riportata sul cilindro di Ciro.

La narrazione biblica sul profeta Balaam è confermata dalle iscrizioni su 119 frammenti rinvenuti a Deir 'Alla.

Nel 1868 fu rinvenuta una tavoletta Moabita. Clearmon-Ganneau ne prese l'impronta prima che gli arabi la rompessero in più parti per venderla. L'iscrizione convalida il contenuto del capitolo 16 del primo libro dei Re e del capitolo 3 del secondo libro dei Re. Essa cita anche il nome (Yahweh) con cui Dio si fece conoscere a Israele in Esodo.

La liberazione degli schiavi in Babilonia per mano di Ciro il Grande (Esra 1:1-4; 6:3-4) è riportata sul cilindro di Ciro.

L'obbligo di lasciare Roma per tutti i Giudei durante il regno di Claudio (41-54 d.C.) è riportato da Svetonio.

La scoperta di un grosso altare di pietra fornito di corna, negli scavi di Beer-Seba nel 1973 fece luce su due versetti del libro del profeta Amos (5:5 e 8:14) che sembravano suggerire che in quella città esistesse un santuario.

La distruzione di Tiro, famoso porto fenicio dell'antichità noto per il culto orgiastico e crudele di Baal, fu profetizzata nei minimi dettagli (Ezechiele 26:3-14) dal profeta Ezechiele nel 586 a.C., l'anno che precedette la sua caduta.

Arca di Noè è stata trovata...  Il governo turco ha condotto una ricerca con archeologi nel sito di Arca di Noè nelle montagne di Ararat. le strutture erano state scoperte nel 2007 e nel 2008 . Sono ritornati nel sito nell’ottobre del 2009 per filmarlo...
(L’archeologo Mike Pitt fa però notare come manchino ancora delle prove inoppugnabili: “Se c’è stato un diluvio capace di sollevare una grande nave a 4 km di altezza sul lato di una montagna 4800 anni fa, penso che ci sarebbero delle notevoli prove geologiche per questa inondazione del mondo. E non ce ne sono”.)

L'esistenza di Gesù Cristo è riportata anche dal Talmud Babilonese e da diversi autori non cristiani, tra cui Giuseppe Flavio, Svetonio, Plinio il Giovane, Luciano, e altri, che confermano anche eventi come quello della crocifissione e la vita dei primi cristiani.


Cos'è il vero amore?


✎L’amore è paziente: 
L’amore è paziente, quando è sotto pressione ed è messo alla prova dalla vita.  
L’amore passa il test del tempo. 
L’amore non si arrende, ma ama tagliare il traguardo. 
L’amore è impegno, dedicazione, donazione. 
L’amore concede a Dio i suoi tempi per agire.

✎L’amore è gentile e benigno: 
l’amore è simpatia e tenerezza, si cala nei panni dell’altro, si lascia toccare e coinvolgere. 
L’amore è cordiale ed aperto agli altri. 
L’amore è generoso e benevolo, sempre pronto a fare il bene. 
L’amore da una mano, è ospitale ed accetta con gioia le inconvenienze della sua ospitalità. È sempre pronto a fare spazio. 

✎L’amore è il Buon Samaritano: si com-muove all'azione e si cura delle persone.  

✎L’amore non invidia:  
L’amore non nutre astio, odio e cattiva volontà verso chi possiede di più o ricopre posizioni più alte. 
L’amore non disprezza il successo o il profitto di un altro.    
L’amore non prova invidia per chi possiede o gode di cose di cui egli stesso ha bisogno o meriterebbe. 
L’amore non ribolle di gelosia. L’amore gioisce con gli altri.

✎L’amore non ostenta:
L’amore non è mai presuntuoso o vanitoso. 
L’amore non è immodesto. 
L’amore non cerca i posti di onore. 
L’amore non promuove se stesso e non si mette in mostra.  
L’amore non si pavoneggia. 
L’amore è umile e mira alla promozione di altri.

✎L’amore non si gonfia: 
L’amore non è arrogante o altezzoso. 
L’amore non si innalza per l’orgoglio. 
L’amore non cammina con aria di superiorità. 
L’amore non è egoista. 
L’amore non è gonfio di importanza. 
L’amore non è chiuso in sé o presuntuoso. 
L’amore non è consortile. 
L’amore  stima tutti ugualmente preziosi agli occhi di Dio.

✎L’amore non si comporta in malo modo:
L’amore conosce le buone maniere. 
L’amore mostra pieno rispetto e considerazione per gli altri nei pensieri, nelle conversazioni e nei comportamenti.  
L’amore non è mai grezzo, offensivo nel manifestarsi, grossolano, volgare, di cattivo gusto, scortese, forte, brusco o selvaggio.

✎L’amore non cerca il proprio bene e tornaconto: 
L’amore non è egoista ed esigente. 
L’amore  considera il bene dell’altro nelle sue scelte. 
L’amore non insiste sulla sua strada. 
L’amore non è egoista o testardo. 
L’amore cerca il disagio per sé, piuttosto che per l’altro.
L’amore non si lascia provocare: l’amore non è irritabile. 
L’amore non è permaloso. 
L’amore non mostra i suoi sentimenti arrotolandosi le maniche. 
L’amore non va in giro con i gradi sulla spalla. 
L’amore non nutre rancore. 
L’amore non nutre rabbia o risentimento. 
L’amore risponde piuttosto che reagire. 
L’amore cerca di andare d’accordo con le persone. 
L’amore è un pacificatore che ristabilisce la verità e la giustizia.

✎L’amore non pensa male: 
l’amore non tiene conto del male ricevuto. 
L’amore non possiede “libri neri”, “liste nere o “registri del dare e avere”. 
L’amore non trattiene e non trattiene le offese. 
L’amore ricorda che noi non lottiamo contro la carne e il sangue, ma contro le potenze spirituali del male che influenzano le persone. 
Quindi, l’amore è pronto a perdonare sempre e a pregare per i suoi nemici. 
L’amore tiene in bianco la voce “debiti altrui” nei suoi libri contabili.

✎L’amore non gioisce dell’iniquità: 
l’amore non ride mai dentro di sé quando accade qualcosa ad un altro. 
L’amore non esprime mai approvazione o piacere quando le persone risolvono le cose al di fuori delle giuste norme di Dio e delle sue indicazioni. 
L’amore non è mai felice quando la parola di Dio è ignorata nelle scelte di vita. 
L’amore non partecipa mai a o intrattiene modi che danneggino, frodino, ingannino o distruggano l’altro.

✎L’amore si compiace della verità: l’amore è in pace con la verità. 
L’amore non diffonde menzogne o false informazioni. 
L’amore cerca entrambi i lati della storia. 
L’amore non simpatizza con una bugia, ma gioisce quando la verità prevale. 
L’amore dirà sempre la verità ed insisterà sulla verità negli altri.

✎L’amore sopporta e copre ogni cosa: 
L’amore non è ingenuo, ma non soccombe mai ad uno spirito che blocchi il potenziale positivo di Dio. 
L’amore non condanna e non emette mai verdetti finali sulle persone. 
L’amore non permette mai a se stesso di diventare cieco al bene anche nelle peggiori delle persone. 
L’amore è sempre disposto a concedere il beneficio del dubbio.
 L’amore sceglie di credere il meglio sulle persone perché Dio opera in loro.

✎L’amore tutto spera: 
L’amore non conosce il tramonto nella speranza. 
L’amore si attende che il bene avrà sempre la meglio sul male quando i principi di Dio vengono applicati. 
L’amore non si arrende mai sulle persone o non le cancella. 
L’amore non perde mai la speranza nella misericordia di Dio e nella grazia. 
L’amore mantiene una visione positiva anche nella peggiore delle situazioni. 
L’amore non perde mai la speranza in Dio.

✎L’amore tutto sopporta: 
L’amore non perde terreno. 
L’amore non indietreggia e non volta le spalle.  
L’amore non viene distrutto dagli insuccessi e dalle delusioni. 
L’amore accetta le sfide e le difficoltà lungo il percorso che conduce alla vittoria. 
Non c’è nulla di troppo potente o difficile che l’amore non possa superare.

✎L’amore non viene mai meno: 
l’amore non è come la nebbia dei sentimenti che svanisce quando la temperatura sale o scende; 
l’amore non tramonta e non conosce fine. 
L’amore sarà sempre il principio eterno, perché Dio è amore. 
L’amore sarà disponibile su richiesta. 
L’amore non diventerà mai obsoleto o fuori moda. 
L’amore è eterno ed è più grande di tutto e di tutti.
L’amore è una persona che incoraggia, stima, si prende cura, corregge, è presente, mette a disposizione ciò che ha, dona con gioia.

❝L'amore è paziente, è benevolo; l’amore non invidia; l’amore non si vanta, non si gonfia, non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s’inasprisce, non addebita il male, non gode dell’ingiustizia, ma gioisce con la verità; soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa. ❞  (I Corinzi 13:4-7)
Questa persona ha un nome: Gesù in noi!




Film: Il Circo della Farfalla ... Da vedere!

Dio è fedele!


Il sogno da realizzare / Blog Vescovo Macedo



Il sogno da realizzare di tutti i cittadini (nati da Dio) è quello di poter finalmente, cambiare natura, ossia, trasformarsi da un corpo corruttibile a un corpo incorruttibile. 1 Corinzi 15.54

Esiste una realtà incontestabile: abbiamo un grande svantaggio in relazione agli angeli. I loro corpi sono celestiali, il loro mondo è spirituale, loro non piangono, non sentono dolore, non si rattristano e non sono dominati dai sentimenti.

Però, noi viviamo in un luogo chiamato mondo, in cui siamo costantemente assediati in modo tenace dalle proposte che esso ci offre: tentazione del peccato, tribolazioni, persecuzioni, pericoli, preoccupazioni con quelli che non sono ancora di Dio, sia con i nostri familiari che con l’umanità in generale. Infine, abitiamo dentro un corpo che possiede:

MENTE - dalla quale passano milioni di pensieri buoni e cattivi.
OCCHI - che ci mostrano ciò che dovrebbero e ciò che non dovrebbero.
ORECCHIE - che sono soggette ad ascoltare la voce di Dio, ma se non vigilano, ascoltano la voce della carne e del diavolo.
BOCCA - che dovrebbe essere usata per intonare lodi e adorazioni a Dio, ma che è propensa a pronunciare parole di condanna, dubbi e sconfitte.
CUORE - è la fabbrica dei sentimenti, in esso si produce amore, pace, allegria e piacere, ma anche odio, rancore, adulterio, prostituzione, ecc.

Come arrivare fino alla fine e vincere tutto, affinchè i nostri corpi corruttibili si rivestano dell’incorruttibilità? Se non tramite un’alleanza con Dio attraverso il sangue - il Sangue di Gesù e il nostro sangue?

“Poi Gesù disse: Questo è il mio sangue, il sangue del patto, che è sparso per molti.” Marco 14.24

Chi sono questi molti? Sono quelli che vogliono unire il loro sangue (che è vita) al Sangue del nostro Signore Gesù, formando questa [nuova] alleanza con il Signore che sta seduto "al di sopra di ogni principato, autorità, potenza, signoria e di ogni altro nome che si nomina non solo in questo mondo, ma anche in quello futuro." Efesini 1.21

Collaboratore/collaboratrice, sarà che il tuo sangue è unito e mischiato al Sangue del Signore Gesù, nello stesso calice del sacrificio? Sarà che tu stia davvero perseverando per essere l’altra metà dell’alleanza con Dio? Fai adesso un’analisi profonda, guardando dentro di te e valuta la vita spirituale che stai conducendo. Se questa alleanza non è ancora accaduta, o se è stata spezzata, torna alla pratica delle prime opere. Questo è il momento, questa è l’ora. Gesù è ansioso affinché tu prenda questa attitudine, poiché Egli vuole il tuo bene e non il tuo male.

MEDITA!

Dio vi benedica.

Paura di che? / Blog Vescovo Macedo


Il primo sentimento di paura che ha l’essere umano non è quello di ammalarsi, morire di fame, non avere un riparo o non conquistare qualcosa. Il primo sentimento di paura è: rimanere da solo.

Osserviamo un bambino appena nato, che non ha neanche aperto gli occhi per vedere il viso di colei che lo ha dato alla luce, ma davanti alla prima persona che lo accoglie tra le braccia, siano i genitori o dei perfetti estranei, lui smetterà di piangere, perché il sentimento di solitudine sparirà.

Purtroppo, questo sentimento perseguiterà tutti gli esseri umani fino all'ultimo respiro: la paura di rimanere soli.

Però, quando vogliamo rimanere soli con Dio, Egli esige che rimaniamo, volontariamente, “soli”. Ma questo è possibile solo attraverso il nostro Sacrificio Volontario di rinunciare al nostro “Ego”, a tutto quelli che amiamo e a tutto ciò che possediamo.

Giacobbe imparò questo Meraviglioso segreto del Sacrificio per rimanere da solo con Dio - da suo Nonno Abraamo (amico di Dio) e da suo Padre Isacco (figlio della Promessa). Anche lui doveva rimanere solo con Dio o sarebbe rimasto solo per sempre. “…rimase solo…” Genesi 32.24

In verità, tutti gli eroi della Fede dovevano Sacrificare da soli per stare da soli con Dio, compreso il Signore Gesù… “Sono solo e angosciato.” Giovanni 12.20-33

Dio agisce individualmente con ogni persona perché nessuno è uguale. Anche la nostra Ricompensa Divina è in accordo alle nostre opere, cioè, è individuale. Per questo, nel Giudizio Finale, saremo giudicati tutti individualmente, senza eccezioni.

Mio caro lettore, non avere paura di rimanere solo attraverso il tuo Sacrificio Volontario per rimanere solo con Dio, perché da questo superamento dipende la tua trasformazione da vita terrena a eterna.

30/07/13

✎La donna virtuosa


➩ 10 Chi troverà una donna forte e virtuosa?
 Il suo valore è di gran lunga superiore alle perle.
➩ 11 Il cuore di suo marito confida in lei e avrà sempre dei guadagni.
➩ 12 Ella gli fa del bene e non del male, tutti i giorni della sua vita.
➩ 13 Si procura lana e lino e lavora con piacere con le proprie mani.
➩ 14 Ella è simile alle navi dei mercanti: fa venire il suo cibo da lontano.
➩ 15 Si alza quando è ancora notte per distribuire il cibo alla sua famiglia e dare ordini alle sue domestiche.
➩ 16 Ella guarda un campo e l'acquista; col frutto delle sue mani pianta una vigna.
➩ 17 Si cinge di forza i lombi, e irrobustisce le sue braccia.
➩ 18 Si rende conto che il suo commercio va bene, e la sua lampada di notte non si spegne.
➩ 19 Stende la sua mano alla conocchia e le sue palme impugnano il fuso.
➩ 20 Tende la sua mano al povero e porge le sue mani al bisognoso,
➩ 21 Non teme la neve per la sua famiglia, perché tutti quelli di casa hanno doppia veste.
➩ 22 Si fa delle coperte di arazzo e le sue vesti sono di lino finissimo e di porpora.
➩ 23 Suo marito è stimato alle porte, quando si siede fra gli anziani del paese.
24 Confeziona vesti di lino e le vende, e rifornisce i mercanti di cinture.
➩ 25 Forza e onore sono il suo vestito e ride dei giorni a venire.
➩ 26 Apre la sua bocca con sapienza e sulla sua lingua c'è la legge della bontà.
➩ 27 Ella sorveglia l'andamento della sua casa e non mangia il pane di pigrizia.
➩ 28 I suoi figli si levano e la proclamano beata; anche suo marito ne fa l'elogio, dicendo:
➩ 29 «Molte figlie hanno compiuto cose grandi, ma tu le sorpassi tutte quante».
➩ 30 La grazia è fallace e la bellezza è vana, ma la donna che teme l'Eterno, quella sarà lodata.
➩ 31 Datele del frutto delle sue mani, e le sue stesse opere la lodino alle porte.
 (Proverbi 31:10-31)

✎Trentuno caratteristiche della donna virtuosa:  
( Proverbi 31:10-31)

1. Moralmente perfetta (completa) (31:10)
2. Senza prezzo (31:10)
3. Fidata (31:11)
4. Intrinsecamente buona, veritiera   (31:12)
5. Ingegnosa - pratica (31:13)
6. Parsimoniosa - laboriosa (31:14)
7. Deferente - premurosa (31:15)
8. Versatile - giudiziosa (31:16)
9. Instancabile - sana (31:17)
10. Gioiosa - capace (31:18)
11. Vigile - cauta (31:18)
12. Frugale - abile (31:19)
13. Caritatevole - benevola (31:20)
14. Generosa – misericordiosa (31:20)
15. Impavida - provvida (31:21)
16. Brava a decorare - arredare (31:22)
17. Raffinata nel gusto (31:22)
18. Rispettata - popolare (31:23)
19. Operosa - prospera (31:24)
20. Affidabile – onesta (31:25)
21. Confidente - speranzosa (31:25)
22. Saggia - discreta (31:26)
23. gentile - comprensiva (31:26)
24. Prudente - pratica (31:27)
25. Energetica – sempre attiva (31:27)
26. La moglie e madre perfetta (31:28)
27. Onorata dalla sua famiglia (31:27-28)
28. Eccelle in virtù (31:28)
29. Teme il Signore - umile (31:30)
30. Meritevole, coronata di successo (31:31)
31. Onorata dal pubblico (31:31)

✎Cᴏsᴀ sᴜᴄᴄᴇᴅᴇ ᴅᴏᴘᴏ ʟᴀ ᴍᴏʀᴛᴇ?


Una domanda che tutti si pongono è: 
Cosa accade dopo la morte? 
Dove si va quando si muore?
 L'anima, il cielo, l'inferno... 
Cosa c'è di vero? 
Nel corso dei secoli l'uomo ha cercato di darsi delle risposte cercando nella filosofia e nelle tradizioni religiose, nel tentativo di sottrarsi al timore generato da quegli interrogativi.

Cosa dice la Bibbia?

 ❝Qual è l'uomo che viva senza veder la morte?❞ 
(Salmi 89:48)

Cosa succede allora quando moriamo? 
La risposta è semplice: l'uomo ha un corpo (quello fisico), un corpo spirituale  e un'anima, ma l'unica cosa eterna è l'anima. Il corpo muore e torna ad essere polvere, ma l'anima rimane in eterno.

❝Tutti vanno in un medesimo luogo; tutti vengono dalla polvere, e tutti ritornano alla polvere.❞ (Ecclesiaste 3:20)

Prima o poi ognuno accetta l’innegabile fatto di dover morire. Il corpo cesserà di funzionare e sarà messo in una bara e sotterrato, oppure cremato e disperso: in ogni modo non ne rimane nulla e alla fine neanche un ricordo.

❝La matrice li dimentica, i vermini son loro dolci, non son più ricordati; anzi i perversi son rotti come un legno.❞ (Giobbe 24:20)

L’uomo si è sempre domandato se la vita consista solo in questo – soltanto alcuni anni a nulla più? 

Gesù, il figlio di Dio, parla chiaro:
❝Non vi meravigliate di questo; perciocché l’ora viene, che tutti coloro che sono né monumenti udiranno la sua voce; ed usciranno, coloro che avranno fatto bene, in risurrezione di vita; e coloro che avranno fatto male, in risurrezione di condannazione.❞ (Giovanni 5:28-29)

Questo significa: tutti i morti - tutti gli uomini, le donne e I bambini che sono mai vissuti – risusciteranno e saranno giudicati da Dio  per le cose che hanno fatto in vita:

❝Ed io vidi i morti, grandi e piccoli, che stavano ritti davanti al trono; e i libri furono aperti; e un altro libro fu aperto, che è il libro della vita; e i morti furono giudicati dalle cose scritte ne’libri, secondo le opere loro. E il mare rende i morti che erano in esso; parimente la morte e l’inferno (la tomba) renderanno i lor morti (questo significa tutti!): ed  essi furano giudicati, ciascuno secondo le sue opere.❞  (Apocalisse 20:12-13)

Sta infatti scritto: ❝Come io vivo, dice il Signore, ogni ginocchio si piegherà davanti a me e ogni lingua darà gloria a Dio.❞ (Romani 14:11-12)

❝Poiché bisogna che noi TUTTI compariamo davanti al tribunale di Cristo, acciocché CIASCUNO riceva la propria retribuzione delle cose Ch'Egli avrà fatte quand'era nel corpo, secondo Ch'Egli avrà operato, o bene, o male.❞  (2 Corinzi 5:10)

❝Ora, quando il Figliuol dell’uomo sarà venuto nella sua gloria con tutti i santi angeli, allora egli sederà sopra il trono della sua gloria: E tutte le genti saranno radunate davanti a lui; ed egli separerà gli uomini gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore da’ capretti.❞ (Matteo 25:31-32)

Gesù ci rivela quello che sarà il giudizio dei malvagi:

❝Allora egli dirà ancora a coloro che saranno a sinistra: Andate via da me, maledetti, nel fuoco eterno, ch'è preparato al diavolo, ed a’ suoi angeli.❞ (Matteo 25:41)

❝E se alcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno del fuoco.❞ (Apocalisse 20:15)

Inoltre la parola di Dio ci dice chi saranno quelle persone:

❝Ma, quant'è a’ codardi, ed agli’increduli (chiunque non creda alla parola di Dio), ed a peccatori, ed agli abominevoli, ed a micidiali, ed a’ fornicatori (quelli che commettono fornicazione, cioè qualsiasi forma di sesso fuori del matrimonio), ed a maliosi (quelli che praticano le arti magiche e consultano gli spiriti maligni e cosi via), ed agli idolatri (coloro che adorano falsi dei e immagini), ed a tutti i mendaci, la parte loro sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda.❞ (Apocalisse 21:8)

Questa è la Parola di Di, è severa e quello che dice, lo dice sul serio!

I savi di questo mondo dicono che tutto ciò è assurdo ma non lascia che ti ingannino –  ne va di mezzo la tua vita eterna. La Bibbia dice che  tutti hanno peccato ( Romani 3:23). E questo vale anche per te, se tu non ricevi il perdono di Dio in Gesù Cristo, il compenso dei tuoi peccati,  tu morirai per sempre (la seconda morte). Ciò non significa perdere la coscienza o essere distrutti: Gesù dice ❝ il verme loro non muore, e il fuoco non si spegne.❞ (Marco 9:44). 
Non farti ingannare...

❝Io ho detto nel mio cuore: DIO giudicherà il giusto e l'empio, perché c'è un tempo stabilito per ogni cosa e per ogni opera.❞ (Ecclesiaste 3:17)

❝Infatti il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.❞ (Romani 6:23)

Soltanto in Gesù riceverai la vita eterna. Questo è un dono gratuito di Dio che è offerto a tutti quelli che si pentono e che obbediscono la Sua parola.

❝Gesù gli disse: Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.❞ (Giovanni 14:6)

❝Gesù le disse: Io sono la risurrezione e la vita; chiunque crede in me, anche se dovesse morire, vivrà.  E chiunque vive e crede in me, non morrà mai in eterno. Credi tu questo?❞ (Giovanni 11:25-26)

❝In verità, in verità, io vi dico, che chi ode la mia parola, e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna, e non viene in giudizio; anzi
è passato dalla morte alla vita.❞ (Giovanni 5:24)

Gesù ha spiegato chiaramente com'è che ci concede la vita eterna:

❝Lo spirito è quel che vivifica❞ sono spirito e vita. (Giovanni 6:63)

"Chi crede in me, siccome ha detto la scrittura, dal suo seno coleranno fiumi d’acqua viva. Or egli disse questo della Spirito, il qual ricevebbero coloro che credono in lui...❞  (Giovanni) 7:38-39

❝Ma, chi berrà dell’acqua ch'io gli darò, non avrà giammai in eterno sete; anzi, l’acqua ch'io gli d’aro diverrà in lui una fonte d’acqua saliente in vita eterna.❞ (Giovanni) 4:14

❝Ma, se alcuno non ha lo Spirito di Cristo, egli non è di lui.❞ ROMANI 8:9

Inoltre la Bibbia ci mostra chiaramente come ricevere il dono dello Spirito:

❝E Pietro disse loro: Ravvedetevi, e ciascun di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, in remissioni de peccati; e voi riceverete il dono dello Spirito Santo.❞ (Atti 2:38)

❝E, dopo che Paolo ebbe loro imposte le mani, lo Spirito Santo venne sopra loro, e parlavano lingue strane, e profetizzavano.” (Atti 19:6)

Con queste scritture aperte davanti a te, Dio ti comanda ORA di pentirti e di rivolgerti a Lui – cioè di obbedire alla Sua Parola.

❝Allora Elia si avvicinò a tutto il popolo e disse: Fino a quando tentennerete fra due opinioni? Se l'Eterno è DIO, seguitelo...❞ (1 Re 18:21)

❝…Ecco ora il tempo accettevole, ecco ora il giorno della salute.❞  (2 Corinzi 6:2)

❝Chi mi sprezza, e non riceve le mie parole, ha chi lo giudica; la parola che io ho ragionata sarà quella che lo giudicherà nell'ultimo giorno.❞ (Giovanni 12:48)

Non dimenticare mai che un giorno ti troverai davanti al trono di Dio poi rendere conto di te stesso. Ogni istante della tua vita ti sarà rinfacciato e sarà giudicato. Ti sarà chiesto perfino di spiegare anche il tuo atteggiamento con cui hai ricevuto questo foglietto, come lo stai leggendo adesso, perché contiene la Parola di Dio e sarai ti giudicherà. Non lasciarti indurre a respingere l’offerta di salvezza che ti viene da Dio - non c’è modo di esser sicuro: oggi può essere il tuo ultimo giorno. Esaminati e consideri come sei messo con Dio.

❝...Il SIGNORE ha detto così: Disponi della tua casa; perciocché tu morirai, e non vivrai più.❞ (Isaia 38:1)

Non c‘è nulla di più sciocco che presumere di poter indugiare prima di pentirsi, di battezzarsi e di ricevere il dono dello Spirito Santo. Ancora una volta. Oggi può essere il tuo ultimo giorno... Questa può essere l’ultimissima occasione che tu hai mai di ottenere il perdono di Dio prima del momento che tu t’inginocchi davanti a Lui. Gesù ha parlato di un ricco che s’illudeva di poter fare il proprio comodo per molti anni: aveva torto.

❝Ma Iddio gli disse: Stolto, questa stessa note, l’anima tua ti sarà ridomandata; e di cui saranno le cose che tu hai apparecchiate? Così avviene a chi fa tesoro a se stesso, e non è ricco in Dio.❞ (Luca 12:20-21)

Verrà il momento che Dio ti trarrà l’ultimo respiro e tu non avrai mai più l’occasione di pentirti dei tuoi peccati e di salvarti in Gesù Cristo. Se non ti pentirai, arderai per sempre nel fuoco dell’inferno: e l’inalterabile legge di Dio. Dio vuole salvarti e t’invita ora a pentirti e a credere nella Sua Parola:

❝Perciò ché Iddio ha tanto amato il mondo, Ch'Egli ha dato il suo unigenito Figliuolo, acciocché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.❞ (Giovanni 3:16)

Questa è la scelta; è la tua scelta. Fai ciò che dice la parola di Dio (Atti 2:38).

❝Chi avrà creduto, e sarà stato battezzato, sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato.❞ (Marco 16:16)

❝Io prendo oggi a testimoni contro di voi il cielo e la terra, che io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione; scegli dunque la vita, perché possa vivere, tu e i tuoi discendenti.❞ (Deuteronomio 30:19)

Gesù è l'unica persona che è morta per pagare il prezzo del nostro peccato. La domanda è: tu Lo vuoi accettare e fare questo scambio con Lui per riconciliarti con Dio che ti ama? 
Oppure preferisci morire con i tuoi peccati sulle spalle e vivere un'eternità separato da Lui in spirito?
Se l'unica cosa che ci ostacola dall'avere comunione con Dio ed ottenere la vita eterna è il peccato... La scelta è solo tua...

Se non hai ancora preso una decisione per Gesù, prendila oggi! La Bibbia dice che ❝Oggi è il giorno della tua salvezza.❞ (Ebrei 3:15). Oggi è il giorno giusto per dare i tuoi peccati ed i tuoi pesi a Gesù ed essere riconciliato con Dio. 
È solo un atto di fede con cui tu riconosci che hai bisogno di Lui, perché tolga il peccato dalla tua vita, per farti incominciare una vita nuova con Dio. È una decisione che prendi con tutto il tuo cuore: da questo momento seguirai Dio e permetterai che Lui guidi e si occupi della tua vita.

La decisione è solo tua, nessuno al posto tuo può prendere una decisione così importante.

Ebrei 9:27

❝ E come agli uomini e imposto di morire una volte e dopo di ciò è il giudizio. ❞ 
(Ebrei 9:27)

Dio ti ama


Get over it!


Many people think we should live by faith and forget about the past. This is a true and wise train of thought.
Let us look at your past from a different perspective. An incident which occurred in my life a few years ago will give you a better understanding of what I want to say.
I was visiting a very big shopping centre which had a huge parking lot to accommodate the multitude of people who arrived, each driving their own vehicles.
I am not sure how many parking levels I drove through looking for a bay. Finally, after a very long search, I found one! I parked the car, locked the doors and walked off with my wife.

After doing what we needed to, I asked my wife to wait for me at the pay point machine so that I could go and get the car and save her the long walk.
Guess what? I had forgotten on which parking level and precisely where the car was parked. It took me hours to find our vehicle — simply because I had not memorised the route we used going into the mall.

If I had only paid attention, I would have known which the way I had taken and would not have spent so much time in finding the car.
Forget about your past, but do not forget where you came from and where you fell down so that you can avoid getting lost and falling into the same trap again.

If you have had harsh experiences in life, if circumstances made you cry or caused you to have regrets, it is better for you to put your past behind you, close that chapter and start a new one in your life. Otherwise, sooner or later, those bad moments will probably make you feel insecure about your tomorrow.
Whenever I visit a big shopping mall and drive through a vast parking lot, I make sure I take note of points of reference so I will not get lost again.

To those of you who have experienced regret for following bad advice or making bad choices, think about what went wrong, and make sure NEVER to make the same mistakes again.

As for bad memories, get over them, and look forward  – for faith has nothing to do with  your past.

God bless you,

29/07/13

Dio non è contro...


ƝƠƝ ƓƖƲƊƖƇƛƦЄ


 Gesù dice di non giudicare. Perché, allora, specialmente nel mondo religioso, molti, sia singoli credenti che a livello di organizzazioni, giudicano tranquillamente l'operato e le ideologie degli altri? 

È vero che nella Bibbia leggiamo che Gesù dice di non giudicare se non si vuole essere giudicati da Dio, ma la Bibbia dice anche: 
✎ ❝Non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre, ma piuttosto riprendetele.❞ (Efesini 5:11).

È importante per prima cosa lo spirito e l'attitudine che abbiamo nei confronti di coloro che esaminiamo. Se giudicare significa liquidare una persona considerandola come un avversario, oppure misurare gli altri secondo il nostro metro di giustizia anziché quello stabilito da Dio, allora questo non ci è permesso. . D'altra parte, interpretare le parole di Gesù come una proibizione di costatare la realtà e di valutare, sarebbe un malinteso. 

In Levitico 19:17 è scritto:
 ✎ ❝Non odierai il tuo fratello in cuor tuo. Riprendi pure il tuo prossimo, ma non ti caricare di un peccato a cagione di lui.❞ Qui si parla della riprensione fraterna che potrebbe essere applicata a chiunque, purché si è animati dall'amore e dal desiderio di poter vedere il bene dell'altro. Esortare umilmente il prossimo al ravvedimento, non significa giudicare dando una frettolosa condanna; significa desiderare che la volontà di Dio sia fatta sulla terra come è fatta nel cielo; significa voler aiutare il prossimo ad aprire gli occhi per essere redento e godere della comunione con Dio. 

 Riguardo alle dottrine professate pubblicamente da organizzazioni, ordini, chiese, etc, abbiamo il dovere di essere chiari, fermi ed univoci. In questi casi non vi è pericolo di fraintendimenti, perché Gesù ha detto che molti falsi profeti verranno sotto il suo nome, che i "lupi rapaci" si travestiranno da agnelli, che non chiunque lo chiama "Signore" dimostrerà di appartenere a Lui, ma chi fa la volontà di Dio. 

Quanto poi al giudizio all'interno della chiesa, da parte dei conduttori, esso è permesso per esortare a vivere in modo santo (1 Corinzi 5:9-13;  anche Matteo 18:15-17, 1 Timoteo 5:19). 

 Questo non significa che dobbiamo diventare giudici degli altri, osservando e additando i loro sbagli, anzi dobbiamo badare prima di tutto alla nostra vita (leggi Luca 6:42), e poi esortare nell'amore del Signore quei fratelli che si conducono in modo sbagliato davanti a Dio, pregando Dio per loro (1 Giovanni 5:16, 2 Corinzi 2:5-11).

Vediamo ora gli ammonimenti che la Parola di Dio indirizza a quanti giudicano per superbia, maldicenza, ipocrisia, o spirito di parte. 

Gesù disse: 
✎ ❝Non giudicate, affinché non siate giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi. Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell'occhio tuo? 
O, come potrai tu dire a tuo fratello: ❝Lascia che io ti tolga dall'occhio la pagliuzza, mentre la trave è nell'occhio tuo? I pocrita, togli prima dal tuo occhio la trave, e allora ci vedrai bene per trarre la pagliuzza dall'occhio di tuo fratello.❞ (Matteo 7:1-5)

✎ ❝Ciascuno di noi renderà conto di sé stesso a Dio. Smettiamo dunque di giudicarci gli uni gli altri; decidetevi piuttosto a non porre inciampo sulla via del fratello, né a essere per lui un'occasione di caduta.❞ (Romani 14:12,13) .

 ✎ ❝Non sparlate gli uni degli altri, fratelli.❞ (Giacomo 4:11) . 

✎ ❝Il servo del Signore non deve litigare, ma deve essere mite con tutti, capace di insegnare, paziente. Deve istruire con mansuetudine gli oppositori nella speranza che Dio conceda loro di ravvedersi per riconoscere la verità, in modo che, rientrati in sé stessi, escano dal laccio del diavolo, che li aveva presi prigionieri perché facessero la sua volontà.❞ 2 Timoteo 2:24) 

✎ ❝Sbarazzandovi di ogni cattiveria, di ogni frode, dell'ipocrisia, delle invidie e di ogni maldicenza, come bambini appena nati, desiderate il puro latte spirituale, perché con esso cresciate per la salvezza, se davvero avete gustato che il Signore è buono. Accostandovi a Lui, pietra vivente, rifiutata dagli uomini, ma davanti a Dio scelta e preziosa, anche voi, come pietre viventi, siete edificati per formare una casa spirituale, un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali, graditi a Dio per mezzo di Gesù Cristo.❞ (1 Pietro 2:1-5) .


Pɛɳรɑtɛci!

 Troppe volte si punta il dito contro qualcuno che a proprio parere non sono "perfetti" nel loro cammino. Ma mentre il nostro dito è rivolto contro gli altri, le altre dita puntano verso di noi ricordandoci che il giudizio spetta solo a Dio. Quando tuo fratello commette un errore, non trascinarlo sul tavolo degli imputati, ma parlagli con riservatezza mediante la grazia che è in te. Non sai che una parola proferita con giudizio può uccidere una vita spirituale, che poteva essere ristabilita? 
Ricordati di quando vivevi come peccatore, e sei andato a Dio. Non hai trovato uno sguardo di giudizio e di condanna, ma occhi che ti guardavano con amore. Non essere precipitoso nel trarre le tue conclusioni riguardo al prossimo, perché Dio solo conosce l'intimo del cuore e per Lui nulla è nascosto. Se sei a conoscenza di una debolezza di tuo fratello, non diffondere dicerie sul suo conto, ciò non farebbe altro che distruggere la sua vita e indebolire il corpo di Cristo. Piuttosto prega e chiedi a Dio il giusto consiglio. Una tua iniziativa personale, non da parte di Dio, potrebbe provocare danni molto gravi.

I veri eroi...


28/07/13

Bishop Renato

Che tipo di persona sei?

Pensateci!
Anche se gli altri dubitano di te, tu non dubitare mai di te stesso. Allora fallo per te stesso: agisci, non esitare, non dubitare...


▬ Che cos'è il battesimo ?



▬ Che cos'è il battesimo ? 
Il battesimo in acqua è un comandamento del Signore Gesù . 
Il grande mandato di Cristo comprende il battesimo in acqua di quanti avrebbero creduto in Lui; esso è un requisito necessario per dichiarare che abbiamo accettato Gesù quale Salvatore e Signore della nostra vita.

✎Matteo 28:19-20 - ❝Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente.❞

Il libro degli Atti rappresenta con chiarezza l’importanza che la Chiesa primitiva attribuiva al battesimo che veniva amministrato immediatamente.
☑ Il giorno della Pentecoste  ✎Atti 2:38-41 
☑ Al carceriere di Filippi e alla sua famiglia  ✎Atti 16:30-33
☑ A Samaria  ✎Atti 8:12
☑ A un ministro Etiope  ✎Atti 8:36-38 
☑ A Saulo da Tarso  ✎Atti 9:18 
☑ Alla famiglia di Cornelio  ✎Atti 10:48 
☑ A Lidia e la sua famiglia  ✎Atti 16:14-15 
☑ Ai discepoli di Efeso  ✎Atti 19:1-6

Il battesimo è quindi l’immersione nell'acqua , nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo; coloro che sono battezzati nel nome del Dio trino testimoniano con quell'atto di essersi tuffati in una comunione spirituale con la Trinità (2 Corinzi 13:13)

▬ Chi può essere battezzato ? 
I presupposti per essere battezzati : 
Il battesimo è per coloro che dimostrano con una vita rinnovata il loro ravvedimento interiore. “Ravvedetevi” era la condizione che anche Giovanni Battista richiedeva a quanti andavano a lui per essere battezzati in acqua chiedendo:  ❝che dobbiamo fare?❞ 
Luca 3:8-10. Per quanto sopra esposto crediamo che debbano essere battezzati solo i credenti adulti e capaci di ravvedersi. I bambini, specie i neonati, non sanno e non debbono ravvedersi di colpa alcuna essendo “puri” davanti a Dio. 

✎Matteo 19:14 Ma Gesù disse: ❝Lasciate i bambini, non impedite che vengano da me, perché il regno dei cieli è per chi assomiglia a loro.❞ 

▬ Tipologie del battesimo tratte dall'Antico Testamento: 
Come Gesù fu sepolto nel sepolcro per poi risorgere così noi nel battesimo, in maniera simbolica, siamo  ❝con Lui seppelliti❞ nell'immersione e risorgiamo a novità di vita nell'emersione dalle acque. Il battesimo rappresenta un ❝nuovo inizio❞ ed un nuovo cammino in ❝novità di vita❞: 

✎Romani 6:4 Siamo dunque stati sepolti con lui mediante il battesimo nella sua morte, affinché, come Cristo è stato risuscitato dai morti mediante la gloria del Padre, così anche noi camminassimo in novità di vita. 

✎Colossesi 2:12 siete stati con lui sepolti nel battesimo, nel quale siete anche stati risuscitati con lui mediante la fede nella potenza di Dio che lo ha risuscitato dai morti.

✎L’ascolto della Parola di Dio Efesini 1:13

✎La fede nella Parola di Dio Atti 2:41 

✎Il ravvedimento dai propri peccati Atti 2:38

✎Romani 6:4 Siamo dunque stati sepolti con lui mediante il battesimo nella sua morte, affinché, come Cristo è stato risuscitato dai morti mediante la gloria del Padre, così anche noi camminassimo in novità di vita. 

✎Colossesi 2:12 siete stati con lui sepolti nel battesimo, nel quale siete anche stati risuscitati con lui mediante la fede nella potenza di Dio che lo ha risuscitato dai morti.





Signore, fa che io sia uno strumento nelle tue mani!



24/07/13

Dio parla, ma...


I più si scelgono una religione, o fanno proprio un certo modo di pensare, senza riflettere se veramente questo corrisponde alla realtà. Il credere diventa quindi solo un palliativo per la propria coscienza. Alla domenica si va in chiesa, senza crederci una gran che, ma ci si sente a posto. 
Qual è l'uomo che ha ancora il coraggio di mettere in discussione le proprie idee su Dio? 
Si liquida la questione dicendo a se stessi: 
❝Nessuno lo può sapere, nessuno ha mai visto Dio o è stato dopo la morte per poterci raccontare cosa c'è di là!❞
Lasciate che vi dica che sono solo scuse! 

La Bibbia, il libro che Dio ha dato agli uomini perché lo conoscano e siano salvati, afferma:
✎❝Non v'è alcun giusto, neppure uno. Non v'è alcuno che abbia intendimento, non v'è alcuno che ricerchi Dio. Tutti si sono sviati, tutti quanti sono diventati inutili. Non v'è alcuno che pratichi la bontà, no, neppure uno.❞ (Rom. 3:11-12).

Il giudizio che Dio fa dell'uomo è una cosa a cui dovremmo prestare veramente attenzione, perché è molto più importante del giudizio del capo di lavoro o della moglie o del marito o di qualsiasi altra creatura sulla faccia della terra. Dio dice che non c'è nessun giusto, neppure uno! 
Allora, tutte le buone intenzioni, le tue visite in chiesa, le tue rinunce a cosa servono? 
Dio non le vede? 
NO!
 Delle tue opere Dio non se ne fa proprio niente, esse non ti porteranno mai in cielo, che tu ci creda o no! 

Non perché lo dico io, lo dice la Bibbia:
✎ ❝Ma se è per grazia non è più per opere; altrimenti la grazia non è più grazia.❞ (Rom.11:6) 

✎ ❝...sappiamo che l'uomo non è giustificato per le opere della legge ma soltanto per mezzo della fede in Cristo Gesù, e abbiamo anche noi creduto in Cristo Gesù per essere giustificati dalla fede in Cristo e non dalle opere della legge; perché dalle opere della legge nessuno sarà giustificato.❞   (Gal. 2:16)

✎ ❝ Egli ci ha salvati non per opere giuste da noi compiute, ma per la sua misericordia, mediante il lavacro della rigenerazione e del rinnovamento dello Spirito Santo.❞ (Tito 3:5)

Se fino a oggi hai pensato di essere a posto con Dio solo perché non hai fatto niente di male, allora preoccupati, perché non sei affatto a posto:
✎ ❝Chi crede nel Figlio ha vita eterna, chi invece rifiuta di credere al Figlio non vedrà la vita, ma l'ira di Dio rimane su di lui.❞  (Giov. 3:36)

Le opere non ti salvano. La buona morale non ti salva. La religione non ti salva. Come puoi ottenere la vita eterna? 
Qui comincia la buona notizia:
✎ ❝Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.❞ 
(Giov. 3:16)

✎ ❝In verità, in verità vi dico: chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita.❞ (Giov. 5:24)

✎ ❝...perché il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.❞ (Rom.6:23)

L'uomo può trovare unicamente salvezza nel Figlio di Dio, Gesù Cristo. Egli è venuto sulla terra per pagare i peccati e compiere, al nostro posto, tutte quelle opere che noi non eravamo in grado di compiere. È stato perfetto in tutto ciò che ha fatto, e sulla croce pagava per il nostro debito:
✎ ❝Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di lui e grazie alle sue ferite noi siamo stati guariti.❞ (Isaia 53:5)

Se ti rivolgi a Lui, in preghiera, confessandogli tutti i tuoi peccati e chiedendogli perdono e nuova vita, vedrai che Lui manterrà le promesse che ha fatto:
✎ ❝Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo.❞ (Matteo 11:28)

✎ ❝...a tutti quelli che l'hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d'uomo, ma sono nati da Dio.❞ (Giov. 1:12,13)

Prega ora per avere la vita eterna, vai a Dio e apri a Lui tutto il tuo cuore. Dio non delude chi è davvero sincero.

✓ Dio ha parlato, non essere ancora tra coloro che non vi badano.

O PORTAL DA MORTE - NOITE DA SALVAÇÃO

22/07/13

Para meditar...

✎ Il nemico dell'uomo


✎ Il più grande nemico dell'uomo e l'uomo stesso!

✔ “Il fatto che l’uomo sappia distinguere tra il bene e il male dimostra la sua superiorità intellettuale rispetto alle altre creature; ma il fatto che possa compiere azioni malvagie dimostra la sua inferiorità morale rispetto a tutte le altre creature che non sono in grado di compierle.”


20/07/13

✎La Fede Soprannaturale è Una Fede Razionale


✔ La fede soprannaturale è una fede razionale, spirituale e concreta. In quanto è rivelata dallo Spirito Santo, in lei si trovano il potere e il coraggio per affrontare le normali avversità della vita.

✔ In essa si ha la fiducia che Dio farà ciò che ha promesso di fare. Per questo non si muove davanti alle tempeste e attende con pazienza i frutti della perseveranza.

✔ Una delle virtù della fede razionale è il ruolo di antidoto che assume contro il virus del dubbio.
Anche sulla fede.Quando si parla della fede biblica, si parla di fede soprannaturale. Si tratta della certezza soprannaturale, della convinzione che viene dall'alto che invade l’interiore dell’essere umano, facendolo diventare tranquillo e in pace con Dio.

✔ Mentre la fede naturale si basa sui fatti naturali delle cose come ad esempio: se si piantano fagioli si raccoglieranno fagioli; se si sta sotto la pioggia ci si bagna, la fede soprannaturale si basa sulle conoscenze soprannaturali acquisite ascoltando la Parola di Dio.

✔ Per questo, la fede che viene da Dio, non ha niente a che vedere con i sentimenti umani, come l’entusiasmo o l’emozione. Essa è certezza soprannaturale, certezza che sgorga dal più profondo dell’interiore‼

✔ Il Signore Gesù disse: ✎ “Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno” 
(Giovanni 7.38).



Honra y Placer / Cosme Silva -

Ti amo Gesù, sei tutto per me!
Voglio dire al mondo intero quanto ti amo, ti amo ogni giorno di più, ora sei la mia vita. 

Sono grata per aver cambiato la mia vita, voglio servirTI con tutto il mio cuore ogni giorno della mia vita. Ti sono grata, molto più di quanto riesca ad esprimere, per tutto quello che hai fatto e continui a fare per me.
 Signore Tu sei tutto ciò che ho di più prezioso in questo mondo, sei la mia vita, sei la mia forza, il mio porto sicuro, sei il motivo del mio canto, sei la mia allegria... 
Tu sei il mio migliore amico.

 Gesù, Tu sei il mio Signore, la ragione della mia vita, e non voglio perderti per niente e nessuno al mondo!


Il nostro viaggio...


La fede

✔ La fede nasce nell'uomo ascoltando la Parola di Dio e serbandola nel cuore 
(Romani 10:17).

✔ La fede in tale modo è "la certezza di cose che si sperano, e la dimostrazione di cose che non si vedono." (Ebrei 11:1)

✔ "Senza fede è impossibile piacergli; poiché chi s'accosta a Dio deve credere Ch'Egli è, e che è il rimuneratore di quelli che lo cercano." 
(Ebrei. 11:6)

✔ "La fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta dalla parola di Cristo."


19/07/13

Dobbiamo tenere a freno le nostre lingue

Coloro che controllano la propria lingua si difendono e preservano da calamità, (Proverbi 21:23). Dobbiamo perciò tenere a freno le nostre lingue. Se affidiamo a Dio noi stessi, Egli ci aiuterà a rimanere integri. Che tutti noi possiamo tenere chiuse le nostre bocche e parlare in maniera appropriata.

Vamos aproveitar as oportunidades.

17/07/13

1 Giovanni 4:20)

✎ Se uno dice: io amo Dio, e odia il suo fratello, è bugiardo; perché chi non ama il suo fratello che ha veduto, non può amar Dio che non ha veduto.  (1 Giovanni 4:20) 

16/07/13

Chi mente...

" Poiché uno diventa schiavo di ciò che lo ha vinto. "
(2 Pietro 2:19)

.

.